kraeuterkraft

Il flusso continuo…

Inizia nella pubertà e ci accompagna per (quasi) tutta la vita: ciclico, ricorrente, ci porta su e giù, avanti e indietro, è un flusso continuo tra due poli: scandisce il nostro tempo – la mestruazione.

Invece di percepirlo come un peso, potremmo riconoscere che a noi donne questo sistema dinamico ci permette di adattarci velocemente ai cambiamenti (del nostro corpo) e ci regala la possibilità di vivere le molteplici sfaccettature del nostro Io.

Il papavero é spesso sinonimo della menstruazione. Foto: Pixabay

 

Il ciclo femminile è regolato da un equilibrio delicato di diversi ormoni – soprattutto estrogeni e progesterone.  La cosa interessante degli ormoni è che influenzano diversi processi e organi del corpo, tra cui l’attività celebrale e la psiche. Ma la psiche influenza a sua volta notevolmente il rilascio e l’azione degli ormoni! Questo spiega come mai il ciclo mestruale è così sensibile a qualsiasi minimo cambiamento, sia interno che esterno della nostra vita! Le donne sagge conoscono da sempre le piante e le erbe medicinali che possono alleviare i diversi sintomi. Non ci sorprende dunque che la maggior parte di queste piante contenga fitormoni!

 

Stimola le ovaie

L’agnocasto – foto: Pixabay

 

L’Agnocasto (Vitex agnus-castus) influisce direttamente sull’ipofisi, la quale è responsabile del rilascio del progesterone nelle ovaie. Aiuta in caso di ciclo irregolare o molto breve, in caso di perdite di sangue tra un ciclo mestruale e l’altro, in caso di sgradevole tensione del seno e favorisce la gravidanza. La sua efficacia è stata dimostrata scientificamente.

Posologia: l’agnocasto dovrebbe essere assunto in forma fluida (tintura) per almeno tre mesi solo durante la seconda metà del ciclo, poiché in questa fase è attivo il progesterone.

Attenzione: l’agnocasto può ridurre la prolattina, per cui non dovrebbe essere assunto dalle donne che allattano.

 

Contro il mal di pancia

Achillea Millefoglie – foto: Pixabay

 

L’Achillea Millefoglie (Achillea Millefolium) riduce i crampi e ha un effetto antidolorifico contro i dolori mestruali. Dovrebbe anche regolare il flusso del sangue e dunque aiutare in caso di cicli molto abbondanti o molto scarsi.

Utilizzo: tè o semicupio.

 

LA pianta amica delle donne

Alchemilla – foto: Pixabay

 

L’Alchemilla (Alchemilla vulgaris) regola il rilascio del progesterone e aiuta contro i sintomi della sindrome premestruale e in caso di ciclo irregolare, allevia i crampi addominali.

Posologia: si dovrebbe berne 2/3 tazze al giorno per diversi mesi, eventualmente in combinazione con l’achillea millefoglie. La sua efficacia non è stata ancora dimostrata scientificamente.

 

Il massimo contro le perdite

Borsa del Pastore – foto: Pixabay

 

La Borsa del Pastore (Capsella bursa pastoris) aiuta moltissimo in caso di flussi abbondanti. Le sue proprietà stimolano l’utero a contrarsi. Noi ostetriche abbiamo fatto e facciamo ottime esperienze con questa pianta. Studi recenti hanno dimostrato anche le sue proprietà coagulanti.

Posologia: berne due tazze al giorno (non di più!) durante il ciclo.

Attenzione: non utilizzare mai in gravidanza!

 

Contro i crampi

Cinquefoglie Piè d’Oca – foto da Wikipedia, autore: Rasbak. https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Zilverschoon_plant_Potentilla_anserina.jpg

 

La Cinquefoglia Piè d’Oca (Potentilla anserina), conosciuta anche come Argentina Anserina, allevia i crampi addominali.

Posologia: dovrebbe essere assunta come tè (due tazze al giorno), mescolata insieme all’alchemilla, all’alchemilla millefoglie, alla camomilla e alla melissa da una settimana prima dell’inizio del ciclo fino a quando finisce. La sua efficacia, come nella maggior parte delle piante, inizia alcune settimane dopo il suo primo utilizzo.

 

Questo post è stato messo a disposizione da Julia Cappelletto. L’ostetrica è un’esperta per quanto riguarda il ciclo e le mestruazioni. Offro volentieri consulenze e posso aiutare in campo erboristico. In caso di cicli molto abbondanti, forti dolori o cicli fortemente irregolari dovrebbero essere consultato un medico. Vive con la sua famiglia sul Renon. In veste di ostetrica libera professionista offre consulenze a donne e famiglie, prima, durante e dopo la nascita. Per ulteriori informazioni:

 

 

2 risposte a Il flusso continuo…

Lascia un commento